Martedì, Maggio 17, 2022
A- A A+

Cerca



Delibera n. 21 del 04.11.2014

icon Scarica file

Aggiornamento Piano Sociale di Zona II annualità 2014 triennio 2013/2015: Approvazione programmazione finanziaria

L'Anno DUEMILAQUATTORDICI, Addì 05 del Mese di novembre alle ore 15.45 in Sant'Antimo, nella Sala Giunta del comune capofila, si è riunito il Coordinamento Istituzionale, convocato nelle forme di legge

Sono presenti:

Nr. d'ord COGNOME E NOME IN RAPPRESENTANZA PRESENTE ASSENTE
1 Piemonte Francesco COMUNE DI SANT'ANTIMO - capofila X  
2 Auletta Marisa Tecla Assessore - COMUNE DI FRATTAMAGGIORE X  
3 Sanseverino Michele Assessore - COMUNE DI GRUMO NEVANO X  
4 Caso Vincenzo COMUNE DI FRATTAMINORE X  
5 Silvestre Antimo COMUNE DI CASANDRINO X  
6 Iorio Raffaele ASL Napoli 2 Nord X  
7 Presidente Provincia Amm.ne prov.le di Napoli   X
Tot.     6 1

Presiede l'adunanza il Sindaco del Comune di Sant'Antimo, dr. Francesco Piemonte.

Partecipa alla seduta il Coordinatore dell'Ufficio di Piano, dr Arcangelo Cappuccio.

Assiste con funzioni di verbalizzante la dr.ssa Carla Leva, appositamente incaricata.

Il Presidente, constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara aperta la seduta ed invita i presenti a deliberare sull'argomento in oggetto.

IL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE

PREMESSO

  • in data 26.11.2001 presso il Comune di Sant'Antimo, ai sensi dell'art. 19 comma 2 della legge 8 novembre 2000, n. 328, è stato approvato l' Accordo di Programma per l'adozione del Piano Sociale di Zona, I Annualità – 2002 e successivamente, con cadenza annuale, sono stati sottoscritti gli accordi di programma per le ulteriori programmazioni di Piano;
  • con DGRC n. 320 del 03.07.2012, recante "Modifica degli Ambiti Territoriali sociali e dei Distretti sanitari- provvedimenti a seguito della Delibera di Giunta Regionale n. 40 del 14.02.2011", la Regione Campania ha approvato la modifica degli Ambiti Territoriali in coerenza con quanto disposto dalla L.R. 11/2007;
  • la composizione dell'Ambito N5 non ha subito modifiche vista la coincidenza del distretto sanitario n. 67 dell'ASL Na2Nord con i Comuni già afferenti, tranne per la denominazione che è diventata Ambito N17 a decorrere del 01.01.2013;
  • in data 11.09.2013 è stata stipulata la nuova convenzione, (ex art. 30 T.U.E.L.) al rep. 06 dell'Ufficio di Piano per la gestione associata dei servizi del Piano di Zona ed attualmente in vigore;
  • il Comune di Sant'Antimo è stato individuato come capofila e che è stato costituito l'Ufficio di Piano, con la nomina del dr. Arcangelo Cappuccio, quale Coordinatore dell'Ufficio di Piano;
  • l'art. 8 della citata convenzione prevede che la funzione di indirizzo programmatico ed amministrativo e di controllo della gestione del Piano di Zona è riservata al Coordinamento Istituzionale.

CONSIDERATO

  • CHE la Regione Campania con decreto dirigenziale n. 764 del 05.08.2014, approvava le indicazioni operative per la presentazione dell'aggiornamento per la II annualità dei Piani di Zona triennali- PSR 2013-2015;
  • CHE con DGRC n. 884 del 29.09.2014 è stato ripartito agli Ambiti territoriali il Fondo non Autosufficienza 2013 ed il Fondo regionale 2014;
  • CHE sulla scorta di tali indirizzi, l'Ufficio di Piano ha predisposto la programmazione finanziaria della II annualità 2014 del PSZ 2013 – 2015, allegato sub a), istruita dal Coordinamento già nella seduta del 20.10.2014;

RITENUTO di autorizzare, pertanto, il Coordinatore dell'Ufficio di Piano a dare corso, secondo gli indirizzi operativi per la presentazione del Piano di Zona, alla sua presentazione alla Regione Campania entro i termini indicati;

PRESO ATTO CHE sulla programmazione finanziaria predisposta dall'Ufficio di Piano è stata sviluppata un'ampia concertazione, dapprima con le OO.SS e poi con le rappresentanze del Terzo Settore, appositamente invitate agli incontri tenuti presso l'Ufficio di Piano in data 14.10.2014;

PRESO ATTO ALTRESI' CHE, le osservazioni fatte da tali soggetti in quella sede sono state recepite ma che questo non ha implicato, tuttavia, l'alterazione dell'impianto di programmazione sopraindicato;

TENUTO CONTO,

  • CHE sebbene la programmazione proposta è in continuità delle precedenti, il Coordinamento Istituzionale ha ritenuto di rimodulare alcuni servizi alla luce delle esigenze territoriali riscontrate;
  • CHE alla luce della sopra citata rimodulazione i presenti hanno stabilito di:
    • incrementare le risorse attualmente assegnate alla programmazione del servizio previsto nell'area "misure di contrasto alla povertà" da € 72.000,00 ad € 122.000,00 implementando di € 50.000,00 lo stanziamento originariamente previsto;
    • incrementare le risorse attualmente assegnate alla programmazione del servizio previsto nell'area "responsabilità familiari" e denominato "sostegno economico all'affido" da € 50.000 ad € 200.000,00, implementando il servizio de quo di € 150.000;
    • di non riprogrammare il servizio previsto nell' area "infanzia ed adolescenza" centri polifunzionali per minori dell'importo di € 200.000,00 ripartiti tra il servizio "sostegno economico all'affido" (€ 150.000,00) e "misure di contrasto alla povertà (€ 50.000,00)

RITENUTO DI dover procedere all'approvazione del documento di Piano Di Zona II annualità triennio 2013-2015 e dei relativi allegati;

RITENUTO altresì, di adottare, laddove necessari, successivi specifici protocolli operativi.

VISTI

  • il TUEL n. 267/00;
  • la legge regionale n. 11/07;
  • il d.lgs. n. 165/01 e successive integrazioni e modificazioni;
  • il DPR n. 487/94 e successive integrazioni e modificazioni;
  • il parere di regolarità tecnica di cui all'art. 49 del TUEL 18.8.2000, n. 267, appresso attergato;
  • Con votazione unanime, resa per alzata di mano;

DELIBERA

Per i motivi espressi in narrativa che formano parte integrante e sostanziale del presente deliberato:

  1. DI APPROVARE il Piano Sociale di Zona così come esposto in narrativa per la II annualità 2014 - triennio 2013/2015, allegato sub A) ed ai verbali di concertazione con le OO.SS. e con il Terzo settore, redatti negli incontri tenutisi il 14.10.2014 che, seppure parti integranti e sostanziali del presente atto, per la voluminosità dei documenti vengono depositati in originale agli atti dell'Ufficio di Piano;
  2. DI APPROVARE, altresì, la programmazione finanziaria della II annualità 2014 del PSZ 2013 – 2015;
  3. DI STABILIRE, rispetto alla programmazione finanziaria sopra richiamata, di apportare le seguenti modifiche:
    1. incrementare le risorse attualmente assegnate alla programmazione del servizio previsto nell'area "misure di contrasto alla povertà" da € 72.000,00 ad € 122.000,00 implementando di € 50.000,00 lo stanziamento originariamente previsto;
    2. incrementare le risorse attualmente assegnate alla programmazione del servizio previsto nell'area "responsabilità familiari" e denominato "sostegno economico all'affido" da € 50.000,00 ad € 200.000,00, implementando il servizio de quo di € 150.000;
    3. di non riprogrammare il servizio previsto nell' area "infanzia ed adolescenza" centri polifunzionali per minori dell'importo di € 200.000,00 ripartiti tra il servizio "sostegno economico all'affido" (€ 150.000,00) e "misure di contrasto alla povertà (€ 50.000,00)
  4. DI AUTORIZZARE il Coordinatore dell'Ufficio di Piano a dare corso a tutti gli atti consequenziali.
  5. DI DICHIARARE IL PRESENTE DELIBERATO IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.
IL COORDINATORE DELL'UFFICIO DI PIANO
(dr. Arcangelo Cappuccio)

PARERE SULLA REGOLARITA' TECNICA (T.U.E.L. 267/2000)
Si esprime parere FAVOREVOLE

IL COORDINATORE DELL'UFFICIO DI PIANO
(dr. Arcangelo Cappuccio)

PARERE SULLA REGOLARITA' CONTABILE (T.U.E.L. 267/2000) SETTORE RAGIONERIA
Atto estraneo alla regolarità contabile

IL PRESIDENTE
(dr. Piemonte Francesco)
IL COORDINATORE DELL'UFFICIO DI PIANO
(dr. Arcangelo Cappuccio)
Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (delibera-2014_11_04-21-allegato.pdf)Allegato2392 kB

CookiePolicy