Martedì, Maggio 17, 2022
A- A A+

Cerca



Delibera n. 14 del 21.07.2014

icon Scarica file

PAC Servizi di cura Anziani non autosufficienti e Infanzia: comunicazioni

L'Anno DUEMILAQUATTORDICI, Addì 21 del Mese di luglio, alle ore 11.15 in Sant'Antimo, nella Sala Giunta, si è riunito il Coordinamento Istituzionale, convocato nelle forme di legge.

Sono presenti:

Nr. d'ord COGNOME E NOME IN RAPPRESENTANZA PRESENTE ASSENTE
1 Di Biase Rosa Assessore - COMUNE DI SANT'ANTIMO - capofila X  
2 Russo Francesco COMUNE DI FRATTAMAGGIORE   X
3 Sanseverino Michele Assessore - COMUNE DI GRUMO NEVANO X  
4 Caso Vincenzo COMUNE DI FRATTAMINORE   X
5 Belardo Antonio Delegato - COMUNE DI CASANDRINO X  
6 Femiano Maria ASL Napoli 2 Nord X  
7 Presidente Provincia Amm.ne prov.le di Napoli   X
Tot.     4 3

Presiede l'adunanza l'Assessore Politiche Sociali del Comune di Sant'Antimo, dr.ssa Rosa Di Biase.

Partecipa alla seduta il Coordinatore dell'Ufficio di Piano, dr Arcangelo Cappuccio.

Assiste con funzioni di verbalizzante il dr.ssa Carla Pedata, appositamente incaricata, e il dr Rodolfo De Rosa, esperto amministrativo contabile dell'Ufficio di Piano.

Il Presidente, constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara aperta la seduta ed invita i presenti a deliberare sull'argomento in oggetto

IL COORDINAMENTO ISTITUZIONALE

Il Coordinatore dell'Ufficio di Piano, dr Arcangelo Cappuccio, informa i presenti che il Ministero dell'Interno, con decreto ministeriale 071/PAC del 20.05.2014, ha approvato il Piano di intervento per la realizzazione dei Servizi di cura per gli Anziani non autosufficienti, approvato dal Coordinamento Istituzionale in seduta del 23.10.2013, con delibera n. 38.

Il Coordinatore ricorda ai presenti che il Piano prevede la realizzazioni di tre tipi di intervento:

  • implementazione del servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (rivolto ad anziani ultra sessantacinquenni non autosufficienti bisognosi di cure sanitarie);
  • realizzazione del servizio di Assistenza Domiciliare Sociale (rivolto ad anziani ultra sessantacinquenni non autosufficienti ma non bisognosi di cure sanitarie);
  • potenziamento della Porta Unica di Accesso.

Per quanto attiene al Piano di intervento per la realizzazione dei Servizi di cura alla prima infanzia, pure approvato dal C.I. con delibera n. 42 del 28.11.2013, il Coordinatore informa i presenti che, a seguito della partecipazione alla riunione tenutasi presso la Prefettura di Napoli con i funzionari ministeriali responsabili delle istruttorie, sono emerse delle problematiche inerenti l'intervento da realizzare nel Comune di Frattaminore, in particolare circa la rideterminazione di alcune voci di costo ritenute non ammissibili.

L'Ufficio di Piano, con nota n. 1098/17.07.2014, ha dunque provveduto a richiedere a detto Ente le modifiche richieste dall'Ufficio Tecnico di supporto dell'Autorità di gestione del Ministero dell'Interno.

Hanno invece ottenuto un'istruttoria positiva le proposte progettuali inerenti i Comuni di Frattamaggiore e Grumo Nevano

Tanto premesso e visto il parere di regolarità tecnica di cui all'art. 49 del TUEL 18.8.2000, n. 267, appresso attergato;

  • Con votazione unanime, resa per alzata di mano;

DELIBERA

  1. DI PRENDERE ATTO del decreto del Ministero dell'Interno 071/PAC del 20.05.2014 di approvazione del Piano di intervento per la realizzazione dei Servizi di cura per gli Anziani non autosufficienti, giusta delibera di C.I. n. 38 del 23.10.2013.
  2. DI PRENDERE ATTO altresì della nota UdP n. 1098/17.07.2014 inviata al Comune di Frattaminore di richiesta di rideterminazione di alcune voci di costo relative all'intervento da realizzare in detto Comune con risorse PAC Infanzia, giusta delibera di C.I. n. 42/28.11.2013, ritenute non ammissibili come emerso a seguito della partecipazione alla riunione tenutasi presso la Prefettura di Napoli con i funzionari ministeriali responsabili delle istruttorie dei Piani di Intervento.
IL COORDINATORE DELL'UFFICIO DI PIANO
(dr. Arcangelo Cappuccio)

PARERE SULLA REGOLARITA' TECNICA (T.U.E.L. 267/2000)
Si esprime parere FAVOREVOLE

IL COORDINATORE DELL'UFFICIO DI PIANO
(dr. Arcangelo Cappuccio)

PARERE SULLA REGOLARITA' CONTABILE (T.U.E.L. 267/2000) SETTORE RAGIONERIA
Atto estraneo alla regolarità contabile

IL PRESIDENTE
(dr.ssa Di Biase Rosa)
IL COORDINATORE DELL'UFFICIO DI PIANO
(dr. Arcangelo Cappuccio)

CookiePolicy